21-23  Settembre 2018
Colloque AICL a Roman

 

 

 

 

 

L'Association Internationale des Critiques Litteraires  a Roman

Dal 21 al 23 settembre 2018 avrà luogo a Roman, in Romania, il Colloque annuale dell’associazione Internazionale dei Critici letterari presieduta da Neria De Giovanni.

 

Il tema dibattuto ricorda che nel 2018 si chiudono le manifestazione in ricordo del centenario della Grande guerra. Infatti  la Grande guerra sarà al centro del dibattito critico:  “

“E’ la seconda volta in pochi anni che il colloque AICL  si svolge  in Romania- dichiara Neria De Giovanni- infatti  nel  2015 siamo stati ospitati magnificamente a Piatra Neampt  per dibattere sul tema “La letteratura nella storia, la storia nella letteratura” ed adesso, tre anni dopo, sempre la storia fa da supporto alle nostre analisi critico letterarie, con una tematica molto esplicita che si rifà alla fine della prima guerra mondiale.

Saremo ospiti della città di Roman e della provincia di Piatra Neampt e potremo, come sempre, visitare i luoghi di cultura e storia più significativi del territorio.

L’organizzazione- conclude Neria De Giovanni-  in loco è stata coordinata dal vicepresidente internazionale il prof. Stefan Damian, italianista dell’Università di Cluj, e dal poeta e scrittore Tudorel  Radu”.

Il prof. Angel Basanta, docente all’Università di Madrid, presidente dell’Associazione Spagnola dei Critici letterari e Segretario generale dell’AICL, oltre svolgere la propria relazione, presenterà al Bureau Internazionale l’iscrizione di sei nuovi soci dalla Spagna.

Tra i delegati che interverranno a Roman, oltre ai critici romeni, segnaliamo:  il vicepresidente dell’AICL, Ichiro Saito dal Giappone, Antonio Mendoza dal  Venezuela,  Josefa Conthioch e Fina Sala dalla Catalogna, Jean Pierre Castellani dalla Francia,  Arjan Kallco dall’Albania, e tra gli italiani: dalla Sicilia Corrado Monaca  (Ispica) e Grazia Dormiente (Modica), dalla Liguria Rosa Elisa Giangoia e Bruno Rombi (Genova), dalla Puglia Silvano Trevisani (Taranto), e da Roma Antonio Maria Masia, Sabino Caronia, e il tesoriere dell’AICL  Massimo Milza.

Come nel precedente colloquio anche questo del 2018 conterrà una bella sorpresa e una buona pratica per i convegnisti, infatti l’organizzazione romena ha pubblicato il testo degli Atti del Colloque che così potrà essere seguito agevolmente da tutti i partecipanti, relatori e ascoltatori.

al 21 al 23 settembre 2018 Avrà luogo a Roman, in Romania, il Colloque annuale dell’associazione Internazionale dei Critici letterari presieduta da Neria De Giovanni.

 


 

Alla scrittrice catalana e socia AICL Josefa Contijoch la croce di San Giorgio

L'alta onorificenza è stata consegnata dal Presidente della Generalitat de Catalunya, Carles Puigdemont.

 

Alla scrittrice e poeta catalana Josefa Contijoch, è stata conferita la Croce di San Giorgio, la più alta onorificenza del Governo della Catalogna.

La Creu de Sant Jordi (in italiano, Croce di San Giorgio) è un'onorificenza che la Generalitat de Catalunya assegna annualmente alle persone o entità sociali che si sono distinte nella diffusione e promozione della lingua e della cultura catalana. Prende il nome dal patrono della Catalogna, Sant Jordi. Viene considerata la più alta onorificenza assegnata dalla Generalitat de Catalunya e la sua cerimonia si celebra nel Museu Nacional d'Art de Catalunya (MNAC)

                                                               

Josefa Contijoch, scrittrie catalana di gran successo, è anche prestigioso membroe della nostra Associazione Internazionale dei Critici Letterari.
E' figlia di una famiglia di stampanti e librai . Ha studiato Filologia presso l'Università di Barcellona . Fin dalla costituzione nel 1992, su iniziativa delle scrittrici Montserrat Abelló e Maria-Mercè Marçal, fa parte del Comitato degli scrittori catalani PEN Club Centro.
Le sue prime opere di poesia sono datate anni sessanta e furono in castigliano; ma subito dopo ha iniziato la pubblicazione in catalano :Vacances de Quadern (una lettura del Secondo sesso)nel  1983 , Miquel Martí, Pol premio di poesia, nel 1981 ; Intactes Ales nel  1996 , Salvador Espriu Premio di Poesia (1994 ),Les Illusions lenti ( 2001) ; Màrius Torres Premio 2000 ) e Congesta ( 2007 ).

Ha scritto anche libri di narrativa: romanzi come Potala ( 1986 ), La Dona liquada ( 1990), Els muore infinits ( 2001 ); e racconti per  bambini.
L’anno scorso ha ottenuto il premio Nazionale di Catalogna per la Poesia.

A Josefa Contijoch gli auguri sinceri di tutti i soci AICL.

 

 

LA GIORNATA MONDIALE DELLA POESIA ALL’ANTICO CAFFE’ GRECO  (Roma, 21 marzo 2016)

In occasione della Giornata Mondiale della Poesia voluta dall’UNESCO, l’AICL, Associazione Internazionale dei Critici letterari, organizza all’Antico Caffè Greco di Roma, storico ritrovo di letterati, un evento ideato e condotto dal poeta e critico letterario Angelo Sagnelli.

Patrocini da parte di Enti prestigiosi: Assessorato alle politiche culturali e il centro storico di Roma capitale, Ministero dei Beni culturali, Comitato Etnie e letterature, Sindacato Libero Scrittori Italiani, Giovani europei, La Sapienza,università di Roma, Istituto europeo per la Formazione e l’orientamento.

Nutritissimo il panel degli ospiti: dopo il saluto della Presidente dell’AICL, Neria De Giovanni, porteranno la loro testimonianza il giornalista della stampa estera,  Samir Al Quaryouti, che parlerà della poesia in lingua araba Sayed Hegab, il più grande poeta d'Egitto ospite dell'Accademia d'Egitto di Roma e  Manal Serry, poeta egiziana leggeranno alcune loro liriche insieme ai poeti italiani Salvatore Martino, Stefania Lubrani, Giovanna Napolitano. Su pittura e poesia verteranno gli interventi dell’artista Ennio Calabria, del pittore Sandro Trotti, del critico d’arte Francesco Gallo Mazzeo, dell’artista e critico d’arte Alfio Moncelli e di Luca Filipponi, presidente dello Spoleto Festival Art.

Vittorio Maria De Bonis, storico dell’arte, illustrerà i tesori artistici conservato nelle sale dell’antico Caffè Greco.

Piefranco Bruni, presidente del Comitato Minoranze linguistiche del Ministero dei Beni culturali presenterà la Cartella patrocinata dal Sindacato Libero Scrittori Italiani, dalla Giornata della lingua madre alla giornata mondiale della poesia. Nell’occasione verrà lanciata la Rassegna sulla poesia nelle lingue minoritarie intitolata proprio a “Tacita Muta”.

La serata sarà allietata da danze etniche colombiane eseguite da Josefina Nucci Howell  e da musiche al piano Alessio Quaresima Escobar , soprano Bay Yun.